Concorso "In Scena" edizione 2008 - Compagnia Max Aub

Terza edizione del Concorso “In Scena”.
Dal 2005 l’Associazione Culturale Max Aub indice il concorso drammaturgico nazionale ‘In Scena’ il cui scopo è promuovere la drammaturgia italiana e dare vita a un evento d’interesse nazionale nel territorio provinciale. Quest’anno sono pervenuti 66 testi, confermando il successo dell’iniziativa. Per ogni edizione una giuria composta da membri dell’associazione seleziona un vincitore, il cui testo viene rappresentato dalla Compagnia Teatrale Max Aub durante la rassegna teatrale ‘Settembre’. Vincitori del concorso sono risultati ex-aequo “I Passi sul ghiaccio” di Daniela Ariano e “Die Grosse Koalition” di Pier Paolo Fiorini .
-
Daniela Ariano si laurea con lode in Lettere e Filosofia presso l'Università "La Sapienza" di Roma, studia sceneggiatura cinematografica con S. Donati, frequenta "La stanza di Eliodoro" laboratorio teatrale diretto da E. Fasetti, il laboratorio teatrale di M. Manici e M. Mariotti, corsi di istituzione di regia, stages e approfondimenti sull'arte della parola, seminari di ricerca teatrale organizzati dall'Ateneo di Roma. Da vari anni si occupa di sceneggiature e adattamenti per il teatro e per il cinema e suoi testi sono stati portati in scena da diverse compagnie e scuole di teatro su tutto il territorio nazionale.Dal 2004 è direttrice artistica della Compagnia Teatrale AlphaDrama.Tra le sue opere più significative citiamo il cortometraggio "L'attesa" - in cui lavora come soggettista, sceneggiatrice e aiuto regista - selezionato per il Giffoni Film Festival 2004, il Next Generation International Film Festival 2005 di Miami e il 45° Film Festival di Cracovia 2005 (regia di G. La Rosa per MediaCinema); "Due minuti" menzione speciale della giuria composta da Antonello Avallone e Sergio Tau nella rassegna di teatro Espressioni, anno 2004 (regia D. Ariano); "Confessioni su uno zerbino" opera selezionata per il Festival Calanchi di San Marino, anno 2004 (regia D. Ariano); "Il re dei porci" presentato alla rassegna La notte bianca dei corti in occasione della Notte Bianca di Roma 2005 (regia D. Ariano); "Saffo - finché in me ci sia respiro" opera selezionata per il XXI° Festival Internazionale di Teatro Antico di Padova, anno 2006 (regia D. Massaro); “Il timore e il desio” opera selezionata per la XVIª Edizione de L’estate d’Isabella nell’ambito dei Parchi Letterari (Parco Morra, Valsinni), anno 2006 (regia D. Massaro).Tra il 2007 e il 2008 scrive i testi per la rubrica radiofonica “Andiamo a teatro” (Radio-Radio); cura la regia della commedia “Cipolle” presso il Teatro Colosseo (Roma, testo di C. Vignato); scrive e porta in scena il dramma “L’ultima notte di nozze” (Edizioni Terre Sommerse) e la commedia “Coppie in divieto di sesso” (Teatro dell’Orologio, Roma).
-
Pier Paolo Fiorini. Laurea in Giurisprudenza a Roma La Sapienza (110/110 e lode), Laurea in Filosofia presso la PUG (110/110 e lode), Dottorato di Ricerca in Filosofia del Diritto e della Politica, Dottorato di Ricerca presso la PUG in Epistemologia con giudizio “Summa cum Laude”.Professore incaricato alla European School of Economics (2001-2007), autore di diversi articoli e saggi filosofici tra cui, nell’ambito della ricerca sulle “Radici Filosofiche dell’Europa”, il saggio Saper Iniziare: la radice filosofica dell’Europa tra Dike, Aion e Nomos (Roma 2007) e Passione e Evento pubblicato in Passione. Indagini Filosofiche tra Violenza e Ontologia a cura di Paul Gilbert (Roma 2007).Socio fondatore della Probasis Angelo Mai, nel periodo 2004-2008 ha promosso e curato in prima persona eventi presso l’ex Istituto Angelo Mai (il ciclo di 18 incontri sulle Passioni Negate. Tra colpa e meraviglia con Vattimo, Marramao, Gilbert, Villa, Vinci e altri, teatro, dj-set e videoinstallazioni) e presso diversi teatri romani. Autore di atti unici e opere teatrali tra cui Anticamera, andata in scena in aprile 2005 ai teatri Cometa-off di Roma, Casa Ariosto di Ferrara, Angelo Mai di Roma, a Fiesta Estate, (regia di Francesca Staasch, con Giorgio Marchesi, Gianantonio Martinoni, Linda Di Pietro, Matteo Angius) e attualmente al Teatro D’O di Bergamo, vincitrice del Premio Teatro dell’Arte città di Ferrara 2006 e del Premio Teatro D’Occasione città alta di Bergamo 2006, AmoreRicattoViolenzaLavoroCreazioneProcreazioneMalattiaeMorte andato in scena al Teatro Le Maschere a dicembre del 2006 nell’ambito della rassegna Racconti D’Autunno, ha collaborato come autore di testi allo spettacolo Rivista di Marco Maltauro al Teatro Colosseo nel febbraio del 2007 e Utopia nell’ottobre del 2007. Il suo romanzo “Il male è chiaro” è stato finalista al premio Calvino 2008. “La silloge. Una certa dilatazione del cuore” ha ricevuto il terzo premio al concorso di poesia Solaris Ed. Montag 2008.

Nessun commento: